Nel cesso del supermercato l’ho inculato

Mi chiamo Gianni. Avevo sempre pensato a come sarebbe stata un’esperienza erotica vissuta tutta al maschile. In quel periodo ero fidanzato con Anna, una brunetta molto sexy. Quel giorno mi ero recato con lei al supermercato. Poco prima di uscire dalla struttura andai alla toilette per urinare. Mentre pisciavo mi venne voglia di una sega. Tirai fuori il cazzo e lo smanettai un pò. Durante il piacevole movimento fui sorpreso da un tizio pelato più grande di me. Anche lui ce lo aveva di fuori e sembrava eccitato da me. Capì subito che era frocio. Non ebbi tempo per pensare poichè lui si inginocchiò e me lo prese favolosamente in bocca. Le mie fantasie proibite, covate per anni e mai soddisfatte, divennero di colpo sublime realtà. Ci baciammo mentre le nostre fave dure si incrociarono carezzandosi a vicenda. Arrapato mi inginocchiai a mia volta ciucciandogli l’uccello: il porcone gradì molto quella succhiata. Ci presi gusto e glielo feci per un pò. Poi lui riprese a succhiare. Immerso nelle sensazioni di piacere sentì la voce di Anna fuori dal cesso che mi reclamava. Ero troppo eccitato ed impegnato per risponderle. A cazzo duro lo misi nel culo a quel tipo (Solo dopo disse di chiamarsi Claudio) che allargò bene le gambe per lasciarsi fottere splendidamente a pecorina. Infoiato lo cavalcai massaggiandogli a lungo l’intimo e comodo buco anale (evidentemente ben allargato da altri innumerevoli piselli che aveva già preso). Aumentai il ritmo dei colpi sentendolo godere e venire. Anch’io non ne potevo più ed ero prossimo ad arrivare. Lui se ne rese conto perfettamente: si girò di colpo accogliendo tutta la sborra copiosa in bocca! Proprio mentre mi rilassavo, e lui gustava l’abbondante crema, sentì aprire la porta del bagno: era Anna!. Quell’impicciona, non vedendomi uscire, era entrata nel cesso degli uomini cogliendomi sul fatto. Dopo aver pronunciato parolacce per la delusione, la bella si allontanò. Soddisfatto della mia esperienza, ma dispiaciuto per lei, la seguì a distanza per cercare eventualmente di scusarmi. In realtà non ce ne fu nemmeno bisogno: come potetti constatare, lei era già pronta a farsi consolare dai primi vogliosi cazzoni disponibili in circolazione… by caldosex