Archivi categoria: vampiri

In balia delle vampire

In balia delle vampire, un viaggio senza ritorno. Mi chiamo Giovanni. Da sempre appassionato di castelli decisi di partire per la Transilvania sperando di visitarne qualcuno. Naturalmente credevo che quelle dei vampiri fossero soltanto leggende.


Mi accompagnarono nel viaggio l'amico Oscar e Linda, la sua bionda inseparabile fidanzatina. Una sera, mentre cenavamo qualcosa ad una locanda del luogo, facemmo la conoscenza di una affascinante donna, la contessa Ofelia, la quale ci invitò al suo castello per una visita. Entusiasta per la proposta accettai anche a nome degli altri. Ci presentammo al castello il giorno seguente. Le stanze erano innumerevoli e riuscimmo a vederne poche. Ci ripromettemmo di proseguire l'esplorazione il giorno successivo. Ofelia ci offrì la cena. Notai che la servitù era composta da sole donne, tutte dallo sguardo sinistro proprio come la padrona. Venne il momento di andare a dormire. Oscar e Linda finirono in una stanza ed io da solo in un'altra. Durante la notte Linda e Oscar sparirono misteriosamente. Il giorno successivo andai a chiedere spiegazioni ad Ofelia e lei inizialmente cercò di evitare di rispondere seducendomi con un gustoso spogliarello che avrebbe fatto ingolosire qualunque uomo. In astinenza da donne da tempo fui sul punto di saltarle addosso ma la forza magnetica del suo sguardo mi teneva come paralizzato. Poi Ofelia, con sorriso assai beffardo, iniziò a parlare e disse:"Sciocco, credi davvero che i vampiri non esistano? La curiosità è bella ma può essere molto pericolosa". Proseguì:"Vuoi sapere cosa è accaduto ai tuoi amici? Sono stati resi schiavetti!". Oscar era stato sopraffatto da due vampire maiale ed un'altra creatura demoniaca si era occupata di Linda. Ofelia aggiunse:"Non sei stato capace di salvare i tuoi amici frocetto! E ora sarai sottomesso anche tu alla volontà e al piacere dei vampiri!". Quelle parole non lasciavano presagire nulla di buono e infatti poco dopo tre puttane di Ofelia si presero "cura" di me in una sorta di iniziazione. Fui legato, stuprato e segato dalle tremende maialone. Ma Ofelia aveva in serbo per me ben altre torbide esperienze. Fui condotto in una stanza dove era in atto una colossale orgia tra uomini, sia maschi normali che vampiri. La gerarchia prevedeva infatti la dominanza assoluta delle donne vampire con Ofelia al vertice. Gli uomini prigionieri, ultime ruote del carro, servivano però a soddisfare le voglie dei vampiri maschi. In un turbinio micidiale di seghe, baci, morsi insanguinati, bocchini e inculate a raffica, presi tanti cazzi da far invidia ad una pornostar. Quasi tutti i giorni mi tocca la camera delle orge gay la cui aria è intrisa dell'odore persistente della sborra di decine di maschi. Non sò se mai Ofelia porrà fine a tale stato di cose ma devo ammettere che questo perverso tormento mi dà anche uno smisurato godimento.












Sottomissione di Oscar


Sottomissione di Linda


Giovanni sottomesso e inculato da vampire girls






gay orgy