Archivi categoria: sposa

Nozze sfumate godute rinnovate

Mi chiamo Rosanna. Di certo non è bello essere lasciate il giorno delle nozze. Flavio, l'uomo che avrei dovuto sposare, non si presentò proprio in chiesa. Ero disperata ma quella giornata sarebbe stata comunque memorabile. Giuliana, la damigella in abito rosso e calze nere, cercò di consolarmi. Non sapevo fosse lesbica e, in men che non si dica, mi ritrovai coinvolta in un bollente lingua a lingua con lei. Mi leccò il collo e questo mi fece perdere del tutto il controllo. A cosce aperte lasciai che la sua lingua calda e le dita esperte mi frugassero la fregna inumidita. Godetti tanto e venni. Poi ricambiai le attenzioni ricevute portandola all'orgasmo a colpi di lingua nella fregna. Riuscì davvero a tirarmi su quella porcellina. Ma dopo il pensiero tornò a Flavio. Mi recai a casa sua per capire i motivi di quel forfait e lì ebbi la sorpresa. Avevo una copia delle chiavi per cui entrai agevolmente. Udì alcuni gemiti provenienti dalla camera da letto. Mi avvicinai senza far sentire la presenza e spiai. Era insieme ad un altro ragazzo, gli stava propinando un accurato bocchino. Sgranai gli occhi e osservai il seguito quando se lo fece infilare dentro il culo senza troppe cerimonie. Montato a pecorina per un'ora buona si prese un copioso getto di sborra in bocca a conclusione del siparietto. Se prima ero sconvolta per il fatto che non si fosse presentato all'altare dopo lo ero ancor di più vedendolo scopare con un uomo anche se, in fin dei conti, un'esperienza simile, tra sessi uguali, l'avevo provata anche io... e solo poche ore prima.






















Pompinaro prematrimoniale

Mi chiamo Attilio. Sono sempre stato innamorato di Giuliano, il mio migliore amico ma non mi ero mai dichiarato. Lui, etero convinto, stava con Raffaella da alcuni anni. Il coraggio di esternare le mie emozioni lo trovai proprio il giorno del loro matrimonio in circostanze rocambolesche. Andai a prenderlo a casa alle 8 del mattino per accompagnarlo in chiesa. Lo trovai nel letto in pigiama piuttosto teso. Mi disse: "Cavolo Attilio aiutami! Sono troppo agitato!". Gli risposi: "Ti aiuto, ma devi fidarti di me". Mi rispose: "Si si tutto quello che vuoi!". Allora gli dissi di chiudere gli occhi e lui lo fece. Mi avvicinai al letto, mi chinai e tirai fuori il suo uccello moscio. Poi iniziai a succhiarlo e leccarlo come desideravo da tempo. Godeva e mi chiese: "E' una tecnica di rilassamento?", gli risposi alzando un attimo la bocca: "Si certo". Proseguì a succhiare dolcemente il cazzo massaggiandogli le palle finchè mi sborrò copiosamente in bocca al culmine di un fantastico orgasmo. Riprese fiato poi disse: "Ah... adesso mi sento molto meno teso, grazie!", ed io risposi: "Di nulla figurati, per te questo ed altro". Mi chiese: "Ma non è che per caso sei frocio?". Risposi un pò imbarazzato: "Ma no, cosa vai a pensare..." e lui: "Strano però... da come spompini sembra proprio che tu ci sappia fare". A quel punto gli dissi: "No no è solo che sono un tipo passionale, tutto qui". Lo sguardo eccitato però mi tradiva. Con la bocca ancora intrisa del suo seme mi allungai verso la sua coinvolgendolo in un lingua a lingua. Si tolse dal bacio per un attimo e disse: "Ma cosa fai?". Risposi: "Magari è come dici tu...sarò frocio..." e ripresi a baciarlo. Faceva un pò di resistenza ma tutto sommato gli piaceva. Intanto rianimai il suo cazzo con la mano e lo sentì di nuovo duro. Continuai a smanettarlo baciandolo finchè sborrò di nuovo. A quel punto disse sconvolto: "Ma cosa mi stai facendo fare?", gli risposi: "Non l'hai capito che mi piaci?" ma ora muovi il culo che la sposa aspetta. Frastornato si buttò sotto la doccia e in breve tempo fu pronto. Lo accompagnai alla chiesa. Una volta vicino alla sposa lei gli disse: "Che faccia! Notte agitata?" e lui rispose: "Notte no ma il risveglio traumatico". Lei aggiunse: "E come hai fatto a riprenderti?" e lui diplomaticamente: "Per fortuna che certi amici te li trovi sempre, in ogni circostanza" e mi fece l'occhiolino. Ma poi Raffaella, che non è esattamente una santarellina, volle conoscere i dettagli e lui dovette raccontarglieli.


La sposina frustata in luna di miele

Il video di oggi (clicca qui per vederlo subito) me ho segnalato la bravissima Magdalene, sempre capace di trovare i video più intriganti. Vede come protagonista una giovane sposina a cui durante la luna di miele viene riservato un trattamento particolare: viene legata e frustata a culo nudo dal novello marito. Probabilmente è l’inizio di una serena convivenza matrimoniale, fatta di disciplina & frustate…
Qui sotto trovate una foto del culetto rosso della giovane sposa durante la severa punizione:

sposa frustata