Archivi categoria: leccate ano

Cazzi strusciati orgasmi assicurati

Quella porcella di Manuela mi mise in testa idee omoerotiche. La bionda convinse me ed un suo amico a fare sesso in tre. La troia iniziò a stimolare i cazzi con le mani slinguettando poi le cappelle. Ad un certo punto però la zoccola si mise in bocca le due cappelle facendole strofinare tra loro. La cosa mi eccitò moltissimo, lei se ne accorse e prolungò lo struscio in modo che le cappelle si masturbassero a vicenda. Gemetti di piacere, anche all'altro maschio lo strofinio dava belle sensazioni che a malapena riusciva a nascondere. A seguito di questa splendida masturbazione tra cazzi, talvolta alternata da colpetti di lingua femminile, non riuscì a trattenere il godimento. Lei, vedendomi in preda alla goduria, accelerò lo strofinamento tra le mazze finchè la mia sborrò abbondantemente inondando di crema il cazzo dell'altro maschio. La sensazione di vergogna si mescolò a quella di libidine. Lei sorrise soddisfatta e poi spompinò il cazzo del suo amico imbrattato della mia sborra. Dopo un bel chinotto lui schizzò e svuotò i coglioni nella bocca di lei. Una settimana dopo ci incontrammo di nuovo e la donna fece lo stesso giochino coi nostri cazzi ma stavolta disse "Perchè non provate a baciarvi, magari vi piace". La cosa mi turbò ed eccitò molto così presi l'iniziativa e misi la lingua in bocca all'amico di lei. Lui stette al gioco. Era eccitante il bacio mentre i cazzi si davano piacere a vicenda. A un tratto, arrapato più che mai, dissi "Voglio farglielo io un bel chinotto". Lei sorrise e disse "Oh si che bell'idea, dai spingetevi oltre". Mi chinai e presi il pene in bocca sbocchinando con passione mentre lei, eccitata, si tirava un ditalino. Lui si mise a pecorina e così gli leccai anche il buco del culo accuratamente per poi ritornare focoso sul cazzo. La fica di lei era un brodo dal piacere. Succhiai il cazzo dell'amico di Manuela fino a farlo venire e bevvi la sborra caldissima mentre lei se ne venne tra mugugni di piacere.