Amiche mature milanesi in ottica trio con il giovane Bull

amiche troie col bullTre amiche vogliose di fare sesso non vedevano l’ora di vivere l’esperienza di un trio perfetto con un giovane bull di Milano che le potesse soddisfare assieme: questa è la storia di Michela, Francesca e Marco, che hanno goduto tantissimo assieme e che ancora oggi provano il piacere di un trio entusiasmante e privo di momenti morti e poco piacevoli da vivere.

La ricerca del bull a Milano

Francesca e Michela, rispettivamente 42 e 47 anni, sono due amiche mature che si conoscono fin dall’infanzia: la prima delle due si è sempre dimostrata trasgressiva mentre, l’altra, ha sempre tenuto a freno la sua voglia di fare sesso, come se quasi provasse vergogna a parlarne con la sua grande amica.

In una sera di luglio Michela, stanca di essere trascurata da suo marito, decise di proporre alla bella amica, dai lunghi capelli neri e dal fisico longilineo, di sperimentare un rapporto a tre con un giovane ragazzo.
Francesca, che si poteva reputare soddisfatta della sua vita sessuale, quasi rimase senza parole per la proposta calda dell’amica, che quasi la lasciava di stucco.

In un primo momento decise di rifiutare ma Michela, come per tante altre esperienze vissute con la sua amica, sapeva benissimo come convincerla e fare in modo che la sua amica accettasse.

Così, dopo qualche giorno, decise di mostrare alla sua amica il sito di annunci per incontrare tante donne mature dove aveva inserito la loro inserzione che, in poche parole, recitava che loro erano due donne insoddisfatte vogliose di farsi scopare dalla testa ai piedi da un giovane che sapesse far sentire vive due belle donne mature con tante idee piacevoli in merito al sesso.

Michela sorrideva mentre mostrava le foto alla sua amica e anche Francesca sembrava, alla fine, non essere così dispiaciuta della scelta compiuta dalla sua amica.

Le due non aspettarono molto tempo visto che, dopo una settimana, il giovane Marco, di 25 anni, aveva deciso di contattare le due belle donne mature arrapate.

Il primo incontro col bull di Milano

L’eccitazione di Francesca sembrava quasi incontenibile: Marco era un giovane ben dotato che mostrava il suo fisico e che, soprattutto, voleva fare in modo che la sua vita sessuale potesse avere, tra le tante esperienze vissute, anche quella con un duo di donne mature.
Michela pensava semplicemente a farsi scopare e poco le interessava come fosse il giovane: per lei, la sola cosa che contava era avere la certezza che il loro partner sapesse esattamente come farle sentire vive.

Così il trio decise di organizzare un appuntamento in una località poco conosciuta di Milano, prenotando una camera per una notte: entrambe le donne mature decisero quella data visto che i loro rispettivi mariti, ovvero due cugini soci in affari, erano fuori città per motivi di lavoro.

Michela non vedeva l’ora che il bull arrivasse mentre Francesca sembrava quasi non stare nella pelle per la voglia di sesso che sentiva crescere dentro di lei.

Marco si presentò puntuale all’appuntamento e vedere le due donne vestite in maniera provocante, con Michela che indossava una gonna che lasciava intravedere il suo sesso e Francesca dei pantaloni lunghi e bianchi che la facevano sembrare nuda, fece eccitare tantissimo il ragazzo.

Dopo le presentazioni di rito Michela mise subito le cose in chiaro: lei e la sua amica avevano semplicemente voglia di scopare senza troppi legami e ovviamente senza mettere da parte la loro voglia di godere, quindi chiesero a Marco se fosse in grado di soddisfarle entrambe.

Il ragazzo, sorridendo, disse che era pronto a far vivere loro delle sensazioni di goduria talmente intense che i loro mariti sarebbe diventati bianchi in volto per la gioia che le donne avrebbero provato.

A queste parole Francesca non riusciva a resistere e per questo la cena venne consumata rapidamente dalle due donne, che si recarono poi in camera assieme al loro giovane partner sessuale.

Il trio con Bull e le due mature

Sia Francesca che Michela, giunte in camera, vennero lentamente spogliate da Marco, che si focalizzò sulla più giovane delle due donne, iniziando subito a leccarli un seno e facendole riscoprire il piacere di una calda bocca che sfiora lentamente quella zona del corpo femminile.

Anche Marco era completamente nudo e Michela, che era molto calda e porca, decise di utilizzare la sua lingua per stimolare il giovane, che più sentiva la bocca della donna regalargli piacere, più giocava col seno di Francesca, che nel frattempo si toccava il sesso nudo e godeva come poche altre volle le era capitato.

Poco dopo fu il turno di Michela, che prese la testa di Marco e si fece leccare il sesso fino allo svenimento, mentre Francesca massaggiava il seno alla sua amica incrementando la goduria che questa stava provando.

Marco prese da dietro Michela e iniziò a scoparle il culo, mentre con la mano si dedicava a far godere Francesca, che improvvisamente pose un piede sul volto di Marco, ordinandogli di farla godere leccandoglielo.
Entrambe le donne stavano sperimentando il piacere del sesso senza alcun tipo di limite, visto che Marco riusciva a soddisfare le esigenze di entrambe le donne.

A turno il grande uccello del bull veniva utilizzato per scopare una delle due donne, mentre l’altra si faceva toccare o assaporare altre zone del corpo, godendo come se non avesse mai provato tutte quelle sensazioni di piacere, riscoprendo il vero piacere del sesso intenso e consumato con tanta foga.

Francesca fu la prima a provare un orgasmo, quando Marco decise di scoparle il sesso con la lingua, facendola bagnare, per poi dedicarsi a Michela, che non riuscii a resistere al cazzo del giovane Bull mentre la scopava davanti con tanta foga.

Le due, stanche ma felici, decisero di fare una doppia pompa al ragazzo di Milano, che venne in faccia ad entrambe.

Il trio decise quindi di sciogliersi, visto che per Michela un’esperienza del genere era irripetibile mentre, Francesca, ha continuato a vedere il suo amante sempre in quella stanza d’albergo, provando ogni volta il piacere di una scopata diversa da quella classica.

Lascia un commento